UN NEMICO MICROSCOPICO, HA RESO VULNERABILI - Quo Vadis aps

Associazione di aiuto alle vittime di sette e movimenti religiosi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vai ai contenuti

UN NEMICO MICROSCOPICO, HA RESO VULNERABILI

Archivio
Se desideri tradurre la pagina nella tua lingua, clicca qui e seleziona la lingua.
If you want to translate the page in to your language, click here and select the language.
Wenn Sie die Seite in Ihre Sprache übersetzen möchten, klicken Sie hier und wählen Sie die Sprache aus
Si desea traducir la página a su idioma, haga clic aquí y seleccione el idioma.
  
29 marzo 2020

UN NEMICO MICROSCOPICO, HA RESO VULNERABILI
LE PIÙ GRANDI POTENZE DEL MONDO

“Siamo saggi e abbiamo pazienza”
Riconoscere la nostra “piccolezza” per reagire al coronavirus, un nemico microscopico il cui potere distruttivo è però gigantesco:
“Il nostro macro-nemico di oggi è microscopico!  
Conoscerlo è sapere che non conosce alcuna vittima, attacca chiunque, indipendentemente dall’età, dal sesso, dalla razza, dal credo…  

La maggior vicinanza in questo momento è essere distanti.  

La vita si è invertita all’improvviso, e per amare dobbiamo imparare a non toccare.  

Perfino le cose più sante sono diventate contagiose a meno di un metro di distanza.  
Come Cristo ha detto alla Maddalena dopo la resurrezione ‘Non mi toccare’, è arrivato il momento di imparare a vivere di fede, di contemplazione.  

Non possiamo essere ignoranti e avere una fede irresponsabile.  

È stato il diavolo, il macro-tentatore, a dire a Gesù di gettarsi dalla cima del tempio.  

Siamo saggi, abbiamo pazienza e comprendiamo il nostro nulla.  

Di fronte al nemico minimo, perfino i Governi più grandi del mondo sono diventati vulnerabili – e beato chi non se ne scandalizza!”

PJEO
CONDIVIDILO SULLA TUA PAGINA E CON I TUOI AMICI
AIUTERAI TANTA GENTE
GRAZIE!

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a quovadis.aps@gmail.com

NON TI DIMENTICARE DI DARCI UNA MANO
SOSTIENI QUO VADIS a.p.s.  
CON UNA DONAZIONE !
SARAI ANCHE TU PROTAGONISTA
NELL' AIUTARE TANTA GENTE
GRAZIE!


SOSTIENI QUOVADIS
Torna ai contenuti