TESTIMONI DI GEOVA - NON FLIRTATE INUTILMENTE - Quo Vadis aps

Associazione di aiuto alle vittime di sette e movimenti religiosi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vai ai contenuti

TESTIMONI DI GEOVA - NON FLIRTATE INUTILMENTE

Archivio
  30 aprile 2020

TESTIMONI DI GEOVA - NON FLIRTATE INUTILMENTE
tratto dal
(Discorso reperibile sul sito dei TdG. Base scritturale 1Timoteo 5:2)
dal tema:
Evitiamo di flirtare e manteniamo un’equilibrata autostima”

In uno degli ultimi discorsi apparsi sul sito ufficiale dei Testimoni di Geova, l’oratore cita come base scritturale per il suo discorso 1Timoteo 5:2 che recita:
“…a trattare le donne anziane come madri e le più giovani come sorelle, in tutta purezza”.

L’oratore esorta i fratelli e le sorelle di tutto il mondo a evitare i corteggiamenti inutili, fini a se stessi, quelli fatti al solo scopo di appagare i propri impulsi o il proprio ego.

In pratica, non si deve flirtare in mancanza di “serie motivazioni”.
E fin qui, direte, cosa c’è di sbagliato?
Apparentemente nulla, eppure non è così, perché gli stessi Testimoni di Geova non imitano l’esempio trasmesso dall’apostolo Paolo nella lettera a Timoteo.

Paolo invita tutti i cristiani (e sottolineo TUTTI i cristiani, indipendentemente dalla confessione religiosa) a trattare le donne anziane come madri e le giovani come sorelle.
Ciò significa che ognuno di noi dovrebbe mostrare profondo rispetto per tutte le donne, indipendentemente dalla loro età.

Una persona intelligente, che leggesse l’intero capitolo, capirebbe subito che l’apostolo, qui, stia dicendo esattamente questo: trattare tutti con profondo rispetto ed evitare di giocare con i sentimenti degli altri.
Il problema è che molti Testimoni di Geova non rispettano e non imitano questo insegnamento di Paolo!

Quante volte ho sentito fratelli o sorelle parlar male di un fratello o di una sorella (alle sue spalle, ovviamente) perché, a loro avviso, la persona in questione non dimostrava quella che loro chiamano “una condotta esemplare”!

L’oratore si sta dando la zappa sui piedi da solo perché molti Testimoni di Geova non rispettano assolutamente l’insegnamento di Paolo.
È questa la cosa grave perché loro, quando vengono a suonarvi il campanello, si dichiarano come gli unici portatori della verità assoluta e gli unici puri che rispettano tutto ciò che la Bibbia contiene.

Solo dopo essere stati battezzati (o molto tempo dopo che si è iniziato uno studio biblico) vi verrà detto che, “purtroppo”, anche “nel popolo di Geova succedono queste cose”.
Ma quando si presentano a casa vostra non lo dicono!
Anzi, sono orgogliosi di ostentare la loro purezza, come se fossero gli unici approvati da Dio!

È proprio questo ad essere scandaloso!
Le loro parole offendono i cristiani perché sono loro a ritenersi superiori agli altri ma la loro condotta dimostra l’esatto contrario.
E questa non è forse ipocrisia?
Gesù in persona disse di fare attenzione ai lupi travestiti da pecore; avremmo riconosciuto i falsi profeti “dai loro frutti”.
Ebbene, la loro condotta dimostra chiaramente che i Testimoni di Geova non siano affatto i portatori di quella verità che vanno diffondendo a destra e a manca.

L’oratore in persona ha detto esplicitamente che molti fratelli e sorelle flirtano con persone sposate, oppure che persone sposate flirtano con chi non è sposato, quindi nessuno può smentire questo fatto oggettivo.

Mi ha colpito moltissimo un’altra frase dell’oratore.
Ad un certo punto del suo discorso dice:
Spesso i matrimoni (dei Testimoni di Geova) finiscono a causa di un adulterio”.

La mia domanda è: è forse un caso che i divorzi siano in aumento all’interno di questa organizzazione?
Assolutamente no.
C’è da sorprendersi?
Assolutamente no.
Perché?
Perché io stesso ho assistito a dei matrimoni e ho sentito vari annunci di matrimonio di persone troppo giovani!
Molte di loro avevano appena 20 anni!
Cosa si può mai sapere a quell’età?
Quale esperienza possono avere due giovani ingenui ed inesperti, visto che i giovani Testimoni non possono avere nessun tipo di esperienza sessuale al di fuori del matrimonio? Cosa ne possono sapere del rapporto di coppia, di quanto sia difficile andare d’accordo, di cosa si provi a convivere con una persona, accettandone pregi e difetti?

Capisco perfettamente quei poveri giovani che, pur di appagare i propri impulsi sessuali, decidano di sposarsi prematuramente e senza essersi conosciuti veramente a fondo.
Non c’è nulla di male, sia chiaro, nel voler appagare degli impulsi naturali e assolutamente normali per quell’età ma, vi chiedo, quanto potranno durare matrimoni simili?
Sposarsi perché non si è più umanamente in grado di aspettare, può essere una ragione sufficiente affinché il matrimonio sia duraturo?
È costruito su solide basi?
Io credo proprio di no. E ne ho visti molti soffrire per questo.
Quindi non ci stupiamo affatto se i divorzi sono in aumento, e cresceranno sempre di più, date le premesse.

L’oratore continua dicendo che Il mondo è immorale” e che “Le persone del mondo considerano un gioco il flirtare”: è intollerabile sentire una persona che si reputa cristiana additare “il mondo” come peccatore.
Gesù puntava forse il dito?
Ha mai condannato un peccatore?
No, al contrario, ha sempre accolto tutti coloro che avessero dimostrato pentimento e che gli avessero chiesto aiuto.
Eppure questo signore afferma che tutti noi (perché per un Testimone di Geova “il mondo” siamo tutti noi, tutti coloro che non fanno parte dell’organizzazione) siamo immorali e che flirtiamo solo per divertimento.

Non giudicate per non essere giudicati eppure giudicano continuamente.
Anziché togliere la trave dai loro occhi (ed è una trave bella grossa, visto che storpiano e distorcono continuamente le Scritture a loro piacimento) si permettono di ergersi a giudici e di volerci togliere la pagliuzza che sta nei nostri occhi.

Come si può permettere un oratore, che si definisce cristiano, di affermare che tutti i cristiani non Testimoni di Geova siano “immorali?”.
Ma che ne sa della spiritualità delle persone?
Tutte le persone che credono sinceramente in Dio ma che non vogliono sottomettersi a questa setta sono forse “immorali?”.

Esorto tutti coloro che volessero avvicinarsi all’organizzazione di prestare molta attenzione perché molto spesso l’organizzazione, attraverso la Torre di Guardia, estrapola i versetti dal contesto e li interpreta a proprio piacimento.

Purtroppo ci si accorge di questo solo quando è troppo tardi, perché inizialmente sembra tutto chiaro, tutto perfetto, tutto angelico, ma non è affatto così.
Le parole che abbiamo analizzato finora sono rivolte a tutti i cristiani, TdG compresi, eppure loro pensano di esserne immuni!
È questa la cosa grave!
Dicono che il mondo sia immorale quando, in realtà, l’immoralità serpeggia proprio in casa loro!

Fate molta attenzione e non smettete mai di usare la vostra testa per pensare.

Fatene buon uso, mettete sempre tutto in discussione, non accettate mai nulla come oro colato.

Per farvi capire quanto siano fuorvianti i loro insegnamenti termino la trattazione con l’ultima parte del discorso di questo oratore.

Ad un certo punto nel video (presente su Internet, nel loro sito, chiunque può sentire le sue parole) l’oratore afferma che “Per Geova ognuno dei suoi adoratori è prezioso”: e gli altri miliardi di cristiani?
Sono tutti da distruggere e da polverizzare come pensano i Testimoni di Geova?
Non ve lo diranno mai all’inizio, quando suoneranno il vostro campanello, eppure è così, pensano davvero di essere gli unici a sopravvivere ad Armaghedon.

Ma non si rendono conto che non basta essere battezzati e far parte di un’organizzazione per essere salvati perché NESSUNO SA veramente se sarà salvato.

La salvezza, come dice più volte l’apostolo Paolo nella lettera ai Romani, è concessa per GRAZIA DIVINA, è un GRATUITO DONO DI DIO per l’umanità, non è UN’ESCLUSIVA per i TdG.

E ciò dimostra che non conoscono le Scritture, altrimenti non si permetterebbero di pensare di essere gli unici salvati.
Soltanto Dio sa chi verrà salvato!
Se è un dono gratuito, verranno forse salvati per il numero di ore di servizio svolte?
Dio si metterà a contare quante ore abbiano trascorso in servizio?
Assolutamente no!
Nessuna opera, da sola, può salvare gli uomini!
Solo la grazia di Dio potrà farlo, e verrà elargita per “immeritata bontà” di Dio.
Naturalmente non significa che ognuno di noi possa compiere i più atroci crimini come se niente fosse, ma quello che voglio dire è che nessuno può avere la certezza matematica (come invece sembrano avere i TdG) di essere salvato.

E più di qualche TdG, così convinto di entrare nel Nuovo Mondo, verrà deluso.

Non è un’appartenenza ad una organizzazione che vi garantirà il pass per la salvezza!

Svegliatevi!

E svegliate le coscienze dormienti, assuefatte dalla manipolazione mentale!

Concludo con un’altra Scrittura, che fa chiaramente comprendere quanto i TdG siano lontani dalla verità.
L’oratore dice che per Geova ognuno dei suoi servitori dedicati è prezioso”.
Benissimo.
Perché, allora, i TdG ripetono fino alla nausea che “Dio non è parziale?”.
Se Dio non fa distinzioni, perché dovrebbe salvare solo i TdG?
Non troverà nemmeno un giusto al di fuori dell’organizzazione?
Certamente!
Ma il Corpo Direttivo dei TdG inculca in ciascun adepto un’idea molto diversa, lontana dalla verità…
Basta leggere la Scrittura di Atti 10:34 (“La Bibbia di Gerusalemme”, non la loro traduzione!).
Pietro, amico e apostolo di Gesù, dice: Ora capisco che Dio non fa preferenze di persone…ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, A QUALUNQUE NAZIONE APPARTENGA”.
O il Corpo Direttivo è superiore all’apostolo Pietro, che visse assieme al Maestro, oppure c’è qualcosa che non torna nei loro falsi insegnamenti!
Pietro in persona ci rassicura che Dio non è parziale, che Dio non fa alcuna distinzione: ciò che conta è la fede in Dio!
Non le ore di servizio!
Gesù stesso è stato chiaro: Chiunque creda in me, benché muoia, tornerà in vita”.

La manipolazione mentale è difficile da estirpare, una volta penetrata nella mente di una persona, me ne rendo conto, perché ne sono stato vittima io stesso.
Leggete la Bibbia da soli, non fatevi istruire dagli altri, non lasciatevi manipolare, fate ricerche, leggete il più possibile.

Leggere apre la mente e vi aiuterà a sviluppare un pensiero critico.

Leggere sarà il vostro scudo contro la falsità e contro l’ipocrisia.

Con la speranza che anche questo intervento possa smuovere le coscienze e aiutare ognuno di voi.
Alberto

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a:
quovadis.aps@gmail.com
Torna ai contenuti