Lo Spirito Santo dirige realmente il Corpo Direttivo? 2a parte Does the Holy Spirit actually direct the Governing Body? 2 - Quo Vadis aps

Associazione di aiuto alle vittime di sette e movimenti religiosi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vai ai contenuti

Lo Spirito Santo dirige realmente il Corpo Direttivo? 2a parte Does the Holy Spirit actually direct the Governing Body? 2

Archivio
28 maggio 2020
  
LO SPIRITO SANTO DIRIGE REALMENTE IL CORPO DIRETTIVO?
(seconda parte)
Does the Holy Spirit actually direct the Governing Body? 2

Nel corso di un’assemblea tenutasi a Monza il 22 maggio 2005 Gerrit Losch, membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova, ha affermato che i veri cristiani non dovrebbero nutrire e alimentare il desiderio di un’istruzione universitaria perché, tale ambizione, sarebbe in contrasto con la Bibbia.

Diciamo subito che questo è assolutamente falso!

Il Corpo Direttivo impone ai propri adepti di non laurearsi, anche se lo fa in modo sottile e, direi, quasi invisibile, nel senso che non lo dice in modo esplicito ma lo fa intendere comunque.

Di nuovo, siamo in presenza di una profonda manipolazione mentale perché, pur non essendoci alcuna base scritturale per vietare un’istruzione superiore, i capi si permettono di decidere per conto di tutti gli altri.
E questo, invece, è vietato dalla Bibbia stessa!

Quante volte abbiamo sentito ripetere che nessun cristiano può essere arbitro delle decisioni altrui!
In quante Torri di Guardia abbiamo letto fino alla nausea che nessun fratello avrebbe mai potuto scegliere al posto di un altro!
Eppure Gerrit Losch lo ha fatto!
Parlando ad una platea esultante ed applaudente ha fatto intendere benissimo che, nonostante il Corpo Direttivo “non possa essere signore sulla fede degli altri”, i membri di questa organizzazione debbano assolutamente attenersi alla disposizione di “vedere” l’istruzione come uno dei tanti mali del mondo!

È questa la cosa grave!
Associano la cultura a Satana, quasi il diavolo volesse tentare gli adepti con il sapere.
In realtà hanno semplicemente timore che i TdG escano dalla setta, dopo aver finalmente compreso l’assurdità di certe norme non scritturali e, a volte, persino anti-scritturali.

Citano sempre 1 Corinti 8:1 La conoscenza gonfia, mentre l’amore edifica per ribadire che l’istruzione serva soltanto per diventare arroganti e per ritenersi superiori agli altri ma, ancora una volta, non fanno altro che estrapolare un singolo versetto dal contesto per ricamarci sopra le loro idee personali, che nulla hanno a che fare con il testo biblico!

La manipolazione non è soltanto mentale ma, in primis, verbale e concettuale!
Estrapolare un versetto dal contesto per applicarlo a qualsiasi cosa è la prima forma di raggiro e di imbroglio che si possa fare verso persone che, nella maggior parte dei casi, non aveva mai avuto un’istruzione biblica pregressa!

Inoltre l’apostolo Paolo non sta affatto dicendo che non si possa studiare, ci mancherebbe altro!
Lui stesso era istruito: non dimentichiamoci mai che Paolo era un membro del Sinedrio, perciò era una persona altamente istruita per l’epoca.
Sta semplicemente ripetendo un concetto molto diffuso nella Bibbia, e cioè di non lasciarsi mai insuperbire da ciò che si è in grado di fare.
Non dobbiamo mai usare le nostre capacità per sopraffare gli altri o per ritenerci migliori degli altri.

Cristo in persona era superiore a tutti, eppure non si vantò mai delle sue qualità e dei suoi poteri!

Lo stesso Rolf Furuli, grande studioso nonché professore, tanto osannato in passato dagli stessi TdG per aver difeso le loro dottrine, rischia di essere espulso dall’organizzazione per aver difeso il sacrosanto diritto all’istruzione superiore!
Grande conoscitore della Bibbia, non trova alcuna base scritturale per vietare lo studio agli adepti.
E perché, secondo voi?
Perché non esiste da nessuna parte il divieto di studiare!!!
Sono tutte idee del Corpo Direttivo anti-scritturali.

Per questa cerchia di capi possiamo citare a pennello le parole Gesù, riportate in Matteo 15:9 “Continuano ad adorarmi inutilmente, perché insegnano come dottrine comandi di uomini”.

Ma io mi chiedo: se i Testimoni di Geova sono così attenti alle Scritture, perché accettano di farsi guidare da persone che emettono disposizioni o consigli antiscritturali?
Non è un controsenso?
Non è forse ipocrisia?

Dispiace molto vedere persone sincere e con una grande fede seguire guide cieche, le quali non si basano sulla Bibbia per la maggior parte delle direttive che impongono a tutti gli adepti ma solo su idee personali e spesso antiscritturali.

Queste persone sono realmente guidate dallo Spirito Santo?
Io direi proprio di no, ma giudicate voi stessi.

Gerrit Losch scoraggia nel modo più assoluto di frequentare l’università; quante volte ho visto giovani tristi e delusi perché i genitori non volevano concedere il permesso di accedere a un’istruzione superiore!
E che dire di Anthony Morris, filmato mentre acquistava un carrello pieno di superalcolici molto costosi? (Potete reperire facilmente il video su YouTube)
Ma come? I TdG non dovrebbero dare il buon esempio?
Non dovrebbero essere un modello esemplare per tutti gli altri?
E i membri del Corpo Direttivo non dovrebbero essere migliori di tutti gli altri proprio in fatto di moralità, essendo alla guida di tutto il gregge?
Eppure si può essere espulsi dall’organizzazione per aver fumato delle sigarette…Invito nuovamente alla lettura del libro “Crisi di coscienza” di Raymond Franz, ex membro del Corpo Direttivo.
Riceverete un resoconto oculare delle riunioni dei vertici di questa organizzazione.
La maggior parte delle riunioni verte sulla nomina di figure importanti sparse in tutto il mondo, persone di cui il Corpo Direttivo non conosce nulla, né di cui ha mai sentito il nome. Eppure vengono poste a capo di filiali e viene dato loro potere decisionale su questioni che influiranno sulla vita di milioni di persone.

Andando su YouTube potrete visualizzare l’intera audizione della Reale Commissione Australiana nella quale viene interrogato Geoffrey Jackson, altro membro del Corpo Direttivo, per rispondere a numerose domande sulla gestione dei casi di pedofilia da parte dell’organizzazione dei Testimoni di Geova.
La Commissione ha accertato 1006 casi di abusi sessuali sui minori dal 1950 ad oggi ai danni di minori Testimoni di Geova.
Non uno, non due, ma ben 1006 casi di abusi accertati all’interno di questa “immacolata” organizzazione!
La rabbia di molte persone nasce dal fatto che gli stessi TdG si presentano alla vostra porta come i paladini della verità e come gli unici che si distinguono da tutte le altre confessioni religiose per moralità e per esemplarità!

Attaccano violentemente le altre fedi, soprattutto la Chiesa Cattolica, usando un linguaggio molto pesante: solo i membri battezzati di questa organizzazione verranno salvati ad Armaghedon.
Se vi diranno il contrario, non credeteci, perché questa è una delle dottrine che tutti devono accettare, volenti o nolenti, ed è quello che tutti i TdG pensano e a cui credono ciecamente.
Purtroppo, però, il battesimo non è garanzia di salvezza, né le ore di predicazione svolto nel territorio!

Come ben sappiamo dalla Bibbia, l’unica salvezza proviene da Cristo, il quale ha sacrificato se stesso per TUTTA L’UMANITA’ e non solo per una ristretta cerchia di eletti.
E non dimentichiamo mai (come invece sembrano fare i TdG) che la salvezza è “immeritato dono di Dio”, come dice esplicitamente la lettera di Paolo ai Romani.

È meglio seguire le dottrine di una manciata di uomini che si credono unico canale di comunicazione con Dio, o è meglio rivolgersi direttamente a Dio attraverso la preghiera e la Bibbia?
Non vogliono un clero ma, di fatto, ne hanno creato uno, visto che il Corpo Direttivo non ha ragione di esistere e che non è affatto guidato dallo Spirito Santo!
Nessuno è certo della propria salvezza, soltanto Dio lo sa!

Leggete sempre, informatevi, istruitevi!

Non delegate nulla agli altri ma pensate sempre con la vostra testa.

E se la testa può sbagliare, il cuore e l’istinto non sbagliano mai.

Fate molta attenzione alla manipolazione verbale e mentale.

È sottile e non ci si accorge di nulla, se non dopo molti anni.

ALBERTO

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a:
quovadis.aps@gmail.com
Torna ai contenuti