LA SOCIETÀ TORRE DI GUARDIA CONTROLLA ANCHE IL TUO PENSIERO? - Quo Vadis aps

Associazione di aiuto alle vittime di sette e movimenti religiosi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vai ai contenuti

LA SOCIETÀ TORRE DI GUARDIA CONTROLLA ANCHE IL TUO PENSIERO?

Archivio
Se desideri tradurre la pagina nella tua lingua, clicca qui e seleziona la lingua.
If you want to translate the page in to your language, click here and select the language.
Wenn Sie die Seite in Ihre Sprache übersetzen möchten, klicken Sie hier und wählen Sie die Sprache aus
Si desea traducir la página a su idioma, haga clic aquí y seleccione el idioma.
21 febbraio 2020
LA SOCIETÀ TORRE DI GUARDIA
CONTROLLA
ANCHE IL TUO PENSIERO

Chi controlla il passato controlla il futuro, chi
controlla il presente controlla il passato
(George Orwell)

Sempre più persone, ovvero i Testimoni di Geova attivi, all'interno delle congregazioni si stanno consapevolizzando.
Con questo mio post non voglio soffermarmi sui motivi che possono spingere un Testimone di Geova a consapevolizzarsi ma guardare un attimo avanti.

Nel 1980 si concretizzò un piccolo terremoto all'interno della Società WatchTower.
Raymond Franz, nipote dell'allora vicepresidente F. Franz abbandonò l'allora Corpo Direttivo e ne conseguì un purga staliniana all'interno della WTS.
Decine di beteliti alla sede centrale furono epurati, molti si dissociarono.
Le strutture tremarono, ma non era ancora l'era di internet e dei social media.
Il NY Times ne parlò con un articoletto ma alla fine sembra che i danni furono contenuti.
Questo era quello che credevano.

Quel fatto non fu isolato.
Fu la prova generale di quello che sta accadendo ora.
Solo che ora le forze in campo sono molto differenti.
La struttura gerarchica della WTS non accettò la lezione del 1980 anzi si irrigidì in un processo di cristallizzazione che oggi è evidente.
Ha aumentato la sua rigidità e durezza rendendosi via via più fragile.
Ha accumulato tensioni che oggi sono insostenibili.
Un lento processo di disgregazione interna.
Apparentemente è cresciuta numericamente e in maniera del tutto erronea i vertici scambiavano la crescita con una conferma di solidità.
Ma non si erano accorti che era una crescita tumorale.
Avevano creato un organismo malato perché le fonti di crescita erano malate.
Erano menzogne.

Io ritengo che la prova stia in una circolare che girava appunto in quei tempi.
Una circolare datata 1°settembre 1980 rivolta solo ai sorveglianti di allora (Circoscrizione e Distretto) che dimostra che stavano costruendo sull’inganno.

Allego la circolare e la traduzione italiana.
Mi sono permesso di mettere le mie considerazioni tra le righe della traduzione tra parentesi quadre.

Se la leggete con attenzione è aberrante, spaventosa. Fondamentalmente si tratta di un puro spirito inquisitorio.
Era richiesta la condanna dell'apostata in base solo a ciò che pensava.
Certo avete letto bene: era richiesto che gli anziani indagassero sul pensiero dell’individuo.

Vi faccio una profezia: non so come o in che maniera ma questo concetto, mai sopito, uscirà di nuovo.
Vi sarà una caccia alle streghe basata sulla ricerca del pensiero apostata.


TRADUZIONE:
WATCHTOWER
SCG:SSF 1 settembre 1980


A TUTTI I SORVEGLI ANTI DI CIRCOSCRIZIONE E DI DISTRETTO

Cari fratelli,
Sappiamo che voi e le vostre mogli avete parecchio beneficiato dall’assemblea di distretto “Amore Divino”: E' stato posto alla nostra attenzione in maniera impressionante che l'amore è la qualità più salutare che possiamo sviluppare.
(I Cor.13:13a L'amore ci rende capaci di rimanere uniti nonostante le limitazioni e i difetti che manifestiamo.  - Col. 3:12-14.

Potete essere sicuri che dal vostro esempio di amore, i fratelli che servite saranno sollevati e rafforzati nella fede. Abbiamo ricevuto numerose lettere che ci informano dell'amore che voi e le vostre mogli avete mostrato.
Un corpo degli anziani ha scritto riguardo al sorvegliante d1 circoscrizione: “(lui) è veramente devoto nel fare la volontà di Geova.... assistendo tutti spiritualmente... avvicinabile per discuterne su ogni argomento. (Lui) è stato un grande ascoltatore mostrando empatia per i fratelli. Possiamo contare su questi fratelli preparati per risolvere i problemi che sappiamo si presenteranno in futuro.

Potete essere sicuri che i fratelli apprezzeranno molto la vostra amicizia, associazione e amore quando voi “vi curate genuinamente delle cose a loro pertinenti” (Filippesi 2:19-23, 29) Quindi continuate ad esercitarvi per trattarli amorevolmente. Non metteteli sotto pressione né redarguiteli. Guidateli, lavorate duro con loro, esortateli in base ai loro bisogni. Siate pazienti se il loro progresso è lento. Questo amore, questa pazienza nel trattare con loro rinvigorirà i fratelli. Matteo 11: 28 — 30.

PROTEGGETE IL GREGGE

Una delle maggiori responsabilità di un sorvegliante è quella di essere “pastori del gregge a lui affidato” (Atti 20: 28) Atti 20: 29, 30 menziona tra quei pericoli, gli apostati. C'è uno studio minuzioso su quest'argomento nella Torre di Guardia del 1° Agosto 1980. [ed. italiana del 15/1/81, pp 17-22] Vogliate acquisire familiarità con il contenuto di questi articoli di studio. Incoraggiate in particolare modo gli anziani e i servitori di ministero a fare altrimenti. Includete i punti chiave del vostro programma “Perseverate nelle cose che avete imparato”.

Aiutate gli anziani a discernere tra uno che è un apostata intenzionato a creare problemi e da un Cristiano che ha dubbi perché la sua fede si è indebolita. (2 Pietro 2; Giuda 22, 23) Per quanto riguarda il primo, bisognerà prendere una decisione dopo aver fatto strenui sforzi per “farlo rientrare nella retta via. (2 Giovanni 7-10) D'altra parte, chi è debole nella fede dovrebbe essere assistito pazientemente e amorevolmente per acquisire accurata conoscenza per solidificare la sua fede.

Tenete in mente che, per essere disassociato, un apostata non deve necessariamente essere un promotore dei suoi punti di vista.

[Notate come qui si introduce la possibilità che uno venga disassociato solo per ciò che pensa. Infatti se non promuovi le tue idee e le tieni per te come si fa a definirti apostata se non si sa ciò che pensi?]

Come menzionato, nel paragrafo due, pagina 17 dell'articolo della Torre di Guardia del lº Agosto, 1980 [ed. italiana del 15/1/81] la parola “apostasia” deriva dal termine greco che significa “allontanamento, defezione, ribellione”. Quindi se un Cristiano battezzato abbandona gli insegnamenti di Geova rappresentato dallo “schiavo fedele e discreto” e persiste nel credere in altre dottrine nonostante le riprensioni scritturali, allora è un apostata. Si può tentare di fargli cambiare il suo modo di pensare gentilmente, con sforzi estesi. Tuttavia, se, nonostante tutti questi sforzi per cambiare il suo modo di pensare, egli continua a credere nelle sue idee apostate e rifiuta le direttive dello “schiavo fedele e discreto” deve essere intrapresa un'appropriata azione giudiziaria.

[Notate come nelle frasi sottolineate si giochi sul fatto di riuscire a capire il ‘credere’ dell’ipotetico apostata ovvero capire il suo pensiero o ciò che pensa]

Questo non significa che voi o gli anziani dobbiate fare una “caccia alle streghe” 'indagando sulle credenze personali dei fratelli. Piuttosto, se qualcosa ragionevolmente sostanziale su questa linea viene posta all'attenzione degli anziani, sarebbe appropriato fare un'indagine discreta e gentile per proteggere il gregge. Non possiamo enfatizzare mai abbastanza la necessità di essere cauti, discreti, e gentile nel trattare la questione. — Giacomo 1: 19, 20.

[Questo paragrafo finale e le parole sottolineate sono un capolavoro di ipocrisia. Come si fa fare una ‘indagine’ con ‘gentilezza e discrezione’? Pensiamoci, non è in puro stile inquisitorio? Non servono delatori e spie disposte a ‘vendere’ il proprio “fratello” agli anziani solo perché ha espresso una opinione? Teniamo in mente che qui non si tratta di azioni ma di puri pensieri che non necessariamente esprimono delle credenze. Il tutto è aberrante]

COOPERAZIONE TRA CORPI DEGLI ANZIANI

Ho notato che, in qualche grande città, quando un trasgressore viene scoperto, possono esservi coinvolte altre congregazioni. È necessaria una piena collaborazione tra i corpi degli anziani di queste congregazioni. Gli anziani dovrebbero provvedere velocemente a passare qualsiasi informazione ai corpi degli anziani di altre congregazioni sui proclamatori appartenenti alla loro congregazione sui quali è necessario indagare. Chi è coinvolto indirettamente in una condotta errata necessita appropriata assistenza.Chiunque sia diventato un peccatore incallito deve essere ripreso severamente e se è impenitente, espulso dalla congregazione.
Farete una buona cosa se provvedesse loro il materiale che è stato presentato nell'autunno del 1979, in particolare, lo schema 13 intitolato: “Gli anziani hanno ancora bisogno di aiuto per risolvere problemi tra le congregazioni”. Qualsiasi informazione necessaria c disponibile dovrebbe essere passata velocemente alla congregazione coinvolta.

Vogliate aiutare gli anziani a sentire il loro obbligo davanti a Geova di prevenire la situazione di trasgressori che si infiltrano e si diffondono in altre congregazioni. (I Corinti 5: 6 — 8)
Il Comitato Giudiziario deve molto impegnarsi nel valutare se il peccatore è sinceramente pentito prima di concedergli il perdono dopo aver recato biasimo alla congregazione. Di solito, una persona che è veramente pentita può manifestare buoni frutti di “degni di vero pentimento”. (Matteo 3: 8) Vorremmo che teneste a mente che non importa quanto siano buoni consigli e riprensioni, se il cuore della persona non è ricettivo, nelle stesse circostanze peccherebbe nuovamente.
Gli anziani devono prendere azioni decisive per proteggere il gregge.


La Società Torre di Guardia ha la convinzione che l'organizzazione "Madre" non può portare fuori dalla retta via.
Se in passato ha sbagliato, commettendo degli errori o sostenendo una menzogna, era meglio per voi camminare nell'errore piuttosto che riconoscere la verità per conto vostro!
Eviterete di sbagliare solo se resterete al passo con la "Madre", la quale quindi è considerata di fatto infallibile (anche se al tempo stesso nega tale infallibilità).

Così all'interno della WatchTower (come nel mondo del Grande Fratello) vi è uno sforzo da parte del reparto scrittori di essere flessibili con le "verità", essendo sempre pronti a trovare qualche illustrazione, anche grottesca, che possa dimostrare che sono nel giusto nel loro modo di procedere, come quando fecero l'esempio di una nave che per andare dal punto A al punto B seguiva una rotta a zigzag e non necessariamente doveva navigare linea retta
(La Torre di Guardia del 1/6/1982, pag. 27).
Oppure un'altra spiegazione potrebbe essere quella che Geova che "esamina il giusto" ha permesso alla "Madre" di credere che la fine stesse per arrivare in alcuni anni particolari, sapendo bene che non è questo ciò che è avvenuto
(La Torre di Guardia del 15/7/1984, pag. 26).

Nonostante questi precedenti, se un'altra religione cambiasse le proprie dottrine, il Corpo Direttivo la farebbe oggetto di aspre critiche, usando le parole riportate in Efesini 4:14: "Affinché non siamo più bambini, agitati come da onde e portati qua e la da ogni vento d'insegnamento per mezzo dell'inganno degli uomini dell'astuzia nell' artificio dell'errore".

È interessante che La Torre di Guardia del 1° novembre 1976, p. 650, diceva:
"È una cosa seria rappresentare in un certo modo Dio e Cristo, quindi scoprire che il nostro intendimento dei principali insegnamenti e delle dottrine fondamentali delle Scritture era errato, e dopo ciò tornare alle medesime dottrine di cui, con anni di studio, avevamo completamente stabilito la falsità.I cristiani non possono essere incerti, indecisi, riguardo a tali insegnamenti fondamentali. Che fiducia si può avere nella sincerità o nel giudizio di tali persone?".

Se solo applicassero queste parole a se stessi!

Notate le osservazioni di Orwell.

A questo punto non posso fare a meno di citare La Torre di Guardia del maggio 1957, pag. 274, nella quale ci si esprime in questi termini: «Se dobbiamo camminare nella luce della verità dobbiamo riconoscere non soltanto Geova Dio come nostro padre ma anche la sua organizzazione come nostra "Madre"».

Se un'organizzazione ha il potere di alterare realmente la storia, quali orrori potrebbero essere perpetrati? Il passato può essere registrato per molto tempo nei libri,... ma se i libri vengono cambiati?

Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova sa che per avere controllo sul futuro deve controllare anche il passato.
Come?
Fondamentalmente in questi modi: impedendo al Testimone di Geova medio di venire a conoscenza degli errori o inganni del passato, riscrivendo la loro storia, considerando il passato come irrilevante, e modificando realmente gli stessi libri!

Il Corpo Direttivo insegna che la luce progressiva, emanata dallo 'schiavo fedele e discreto', proviene naturalmente da loro stessi.
Hanno insegnato che il passato non deve neppure essere preso in considerazione; in effetti sarebbe considerato apostata il tornare a credere ai "vecchi intendimenti".
I Testimoni di Geova si devono mantenere al passo con i tempi!

Per il Testimone di Geova questo significa che deve giungere ad una serie di "conquiste" sulla sua memoria.
Quello che è stato insegnato dieci anni fa, non è qualcosa che si deve ricordare attualmente, dato che non si conforma all'attuale verità.
Se si dovessero spiegare gli intendimenti passati a qualcuno si potrebbero usare spiegazioni complesse su come la verità sia solo relativa al progresso dell'organizzazione.
Si deve essere pronti a rinnegare il passato, nonostante lo si conosca e faccia parte dei nostri pensieri; il Testimone di Geova sta attento a non rendersi consapevole delle assurdità.

Purtroppo quella circolare del 1980 è ancora una triste realtà.
Ilnonnosa

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a quovadis.aps@gmail.com

SOSTIENI QUO VADIS a.p.s.
CON UNA DONAZIONE Grazie!
SOSTIENI QUOVADIS
Torna ai contenuti