CORONAVIRUS, I TESTIMONI DI GEOVA PASSANO DALLE VISITE DOMICILIARI ALLE TELEFONATE - Quo Vadis aps

Associazione di aiuto alle vittime di sette e movimenti religiosi
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Vai ai contenuti

CORONAVIRUS, I TESTIMONI DI GEOVA PASSANO DALLE VISITE DOMICILIARI ALLE TELEFONATE

Archivio
Se desideri tradurre la pagina nella tua lingua, clicca qui e seleziona la lingua.
If you want to translate the page in to your language, click here and select the language.
Wenn Sie die Seite in Ihre Sprache übersetzen möchten, klicken Sie hier und wählen Sie die Sprache aus
Si desea traducir la página a su idioma, haga clic aquí y seleccione el idioma.
24 marzo 2020

CORONAVIRUS, I TESTIMONI DI GEOVA PASSANO
DALLE VISITE DOMICILIARI ALLE TELEFONATE
  
Per l’emergenza Coronavirus anche i Testimoni di Geova
cambiano le loro modalità di predicazione.

I proclamatori, quelli che tradizionalmente suonano al citofono delle case per chiedere un incontro per diffondere il loro credo, modificano il mezzo per raggiungere le persone.
In alcune delle zone interessate da un’epidemia – si legge sul sito italiano dei Testimoni di Geova, in una pagina dedicata proprio a Covid 19 - i proclamatori potrebbero scegliere di predicare usando metodi alternativi, come la testimonianza telefonicao anche “scrivendo messaggi, email o lettere”.

Dalle profezie bibliche sappiamo che le epidemie sarebbero state un tratto distintivo degli ultimi giorni – si legge - In caso di epidemia è saggio adottare misure precauzionali per proteggere sé stessi e gli altri”.

Alcuni si chiedono come stanno i fratelli nelle zone interessate - dicono i Testimoni di Geova - L’epidemia da Covid-19 ha avuto un notevole impatto sulle filiali e sulle congregazioni di Corea del Sud, Giappone, Italia e altri Paesi. In alcuni casi la filiale ha dovuto sospendere le visite guidate e limitare l’ingresso di persone esterne. In altri casi il governo ha imposto limiti a grandi manifestazioni ed eventi pubblici, e questo ha reso necessario che la filiale cancellasse alcune assemblee di circoscrizione. Inoltre, in alcune zone le congregazioni hanno dovuto modificare le disposizioni relative al ministero e alle adunanze. Nonostante tutto questo, i nostri fratelli non smettono di edificare la propria fede e di incoraggiarsi a vicenda”.

https://www.ilmessaggero.it/italia/coronavirus_testimoni_geova_telefono_ultime_notizie-5105245.html

CONDIVIDILO SULLA TUA PAGINA E CON I TUOI AMICI
AIUTERAI TANTA GENTE
GRAZIE!

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a quovadis.aps@gmail.com

NON TI DIMENTICARE DI DARCI UNA MANO
SOSTIENI QUO VADIS a.p.s.  
CON UNA DONAZIONE !
SARAI ANCHE TU PROTAGONISTA
NELL' AIUTARE TANTA GENTE
GRAZIE!

SOSTIENI QUOVADIS
Torna ai contenuti