Insieme possiamo fare tanto. Entra nella grande famiglia di Quo Vadis

ROCCO POLITI: UN EX “ANZIANO” DEI TESTIMONI DI GEOVA

conferenze articoli interviste di rocco sui media Jul 01, 2021

Rocco Politi e la sua testimonianza e le sue parole dure che fanno riflettere sulla setta dei testimoni di geova. Chi di noi non ha mai avuto un contatto fortuito o casuale con quelle persone tanto gentili che di domenica mattina si ritrovano in coppia a bussare alla porta con un sorriso quasi irreale per parlarci della fine del mondo e dell’esigenza di convertirsi alla vera religione?

Rocco Politi ha trascorso gran parte della sua vita al servizio della congregazione dei testimoni di geova, avendo ricoperto un ruolo fondamentale all’interno di essa: uno degli anziani. L’equivalente di un vescovo per la Chiesa cattolica. Una figura di riferimento dunque per tutti gli associati.

Oggi Rocco è un fuoriuscito da quella che non ha nessun problema a definire una vera e propria sètta, dai frutti tutt’altro che buoni.

Rocco Politi racconta l’esperienza personale nella comunità dei tdg

Attraverso il suo sito web Rocco si presenta:

“Mi hanno fatto conoscere i testimoni di geova quando avevo 10 anni (mia moglie ne aveva 5) e seguendo la famiglia li ho frequentati e ne ho fatto parte per 40 lunghi anni. Hanno manipolato quasi tutta la mia vita.

Ho iniziato come interessato, cosi veniva identificato colui che iniziava a studiare, poi iscritto alla scuola di ministero teocratico (una continua preparazione su cosa e come predicare di casa in casa), poi promosso a proclamatore, quindi pronto per andare di casa in casa.

Battezzato, sposato nella loro comunità, servitore di ministero (una specie di diacono), il più giovane anziano a 23 anni (una specie di vescovo), conduttore della scuola di ministero teocratico, conduttore della rivista torre di guardia, segretario contabile, sorvegliante che presiede,responsabile del comitato assistenza sanitaria e relativi seminari (un capillare metodo di acquisizione di medici che acconsentivano di operare senza sangue, e relativa cura dei fratelli ricoverati provenienti da tutta Italia e dall’estero), membro dei comitati giudiziari locali e speciali in altre città (un vero e proprio tribunale interno alla congregazione ), contabile nelle assemblee di circoscrizione e di distretto; addetto stampa, sindaco mandatario per gli oneri di urbanizzazione e contatto con i Comuni per la costruzione delle sale del regno…..oratore qualificato anche per matrimoni e regista di drammi biblici e tanti altri incarichi, che non voglio citare…..NON ERO UN ESSERE UMANO NORMALE…..NON MI HANNO MAI PERMESSO DI DIVENTARLO E DI ESSERLO………LA GUARIGIONE E’ DOLOROSISSIMA.

Sono stato plagiato e manipolato mentalmente….e da plagiato sono diventato plagiatore da manipolato mentalmente sono diventato manipolatore delle menti. Poi un giorno all’improvviso una spada di Damocle colpisce la mia famiglia (una storia sconvolgente che vi racconterò) e come conseguenza vengo disassociato….dopo aver subito una aberrante inquisizione durata 50 ore di giudizio. Assieme alla mia famiglia abbiamo lasciato la società e siamo fuggiti verso la libertà.

Una volta fuori da quella prigionia abbiamo vissuto 12 anni trascorsi a disintossicarci, a nascere nuovamente, a crescere, imparare, decidere da esseri umani LIBERI.

Da 12 anni non ho mai detto o fatto nulla né in TV né in radio, sui giornali o in Web.

L’anno scorso è morta mia madre anche lei tdg ma non praticante. Ai funerali la nostra presenza è stata sgradita, ci hanno trattati come estranei, come fossimo infetti, un cancro da cui starne alla larga. Ho partecipato a TV2000 non per vendetta, (amo i miei fratelli, mia sorella, i nipoti, gli zii, i cugini e mio padre che sono ancora tdg, ma loro non ci riconoscono più come parenti, per tutti loro noi non esistiamo più). Ho rilasciato questa intervista con il vivo desiderio di trasmettere la mia esperienza e, credetemi, con un unico obiettivo cercare di aiutare altri a non cadere vittime di manipolazioni mentali come è successo a me. Ma 20 minuti di trasmissione non possono rendere il senso di 40 anni di schiavitù psicologica e spirituale, vorrei poter fare molto di più per far conoscere a più persone, cosa ci è stato fatto nel nome di un Dio. Per questo nasce questo blog: per far conoscere attraverso la nostra esperienza come E’ POSSIBILE AVERE LA PROPRIA ESISTENZA ROVINATA DA UNA MODERNA ORGANIZZAZIONE MILIARDARIA AMERICANA”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di SottoSopra!

Nessuna spam garantita. Disiscriviti quando vuoi