Insieme possiamo fare tanto. Entra nella grande famiglia di Quo Vadis

ABUSI COPERTI DAI TESTIMONI DI GEOVA?

abusi sui minori May 16, 2021

 Maltrattamenti all'interno della famiglia, scarso aiuto dalla comunità: cosa c'è dietro tali descrizioni da parte dei membri dei testimoni di Geova? La ricerca della rivista politica delle BR Controvers si imbatte in una sofisticata giustizia parallela sotto il mantello della Bibbia.

Di Anna Feininger, Alexander Loos e Rebecca Reinhard, BR

Le segnalazioni di abusi sessuali nelle comunità religiose sono aumentate negli ultimi anni. Anche i testimoni di Geova stanno venendo a conoscenza di sempre più casi dall'estero. Ma com'è in Germania? Entro 24 ore da una perquisizione BR , quasi 20 persone colpite riferiscono a un forum Internet per ex testimoni. Compresa una donna pronta a rendere pubblica la sua storia.

Si fa chiamare Manuela, ha quarant'anni ed è cresciuta in una congregazione dei testimoni di Geova a Tegernsee. Ora vive vicino al Mare del Nord, ma all'inizio della ricerca è ancora ufficialmente un membro dei Testimoni di Geova. Ma ora ha dei dubbi. Perché è stata maltrattata da adolescente e ancora non riesce a capire come la comunità l'ha affrontata.

La struttura dei testimoni di Geova

I testimoni di Geova si incontrano in piccole chiese: le congregazioni. Un contatto più stretto con il mondo esterno, con le cosiddette persone cosmopolite, è indesiderabile. Perché i testimoni di Geova credono che tutte le persone moriranno nella battaglia di Armaghedon e solo i testimoni di Geova sopravvivranno. Quindi, se qualcuno sceglie di lasciare la congregazione o viene espulso, gli amici e la famiglia all'interno della comunità tendono a interrompere i contatti. Per questo motivo, è spesso difficile per gli estranei ottenere informazioni sulle comunità.

Le accuse di Manuela

Manuela dice ai giornalisti della rivista politica BR Kontrovers di essere stata abusata da suo padre da bambina. Si dice che più e più volte abbia toccato e molestato l'allora adolescente. Si dice che abbia persino violentato sua sorella, dice Manuela. Quando si è confidata con sua madre, però, suo padre ha negato tutto.

Questo è il motivo per cui Manuela ha cercato aiuto nella congregazione dei Testimoni di Geova: in caso di conflitti all'interno di una comunità di Testimoni di Geova, i cosiddetti anziani - sempre testimoni di Geova maschi - sono persone di contatto e responsabili delle decisioni in tutte le situazioni. Manuela dice di essersi rivolta all'anziano di cui si fidava. Ma non è successo niente perché il padre ha negato l'accaduto e non c'erano testimoni.

Il comitato interno si occupa dei conflitti

Se un imputato contesta le accuse - come quelle di Manuela - sono necessari almeno due testimoni affinché si possano trarre le possibili conseguenze. La procedura esatta per affrontare i conflitti all'interno della comunità è regolata nel cosiddetto libro degli anziani.
Se un incidente è considerato provato, viene formato un cosiddetto comitato legale: questo è composto da tre anziani che ascoltano l'accusato - e, se necessario, le persone colpite - e poi prendono una decisione. Se l'imputato non si pentirà dell'accaduto, sarà espulso dalla comunità religiosa. Se mostra rimorso, può restare.
Tuttavia, se non ci sono testimoni, non verrà formato alcun comitato giudiziario e un possibile caso non sarà ascoltato. I testimoni di Geova credono che se ciò accadrà, Geova prenderà le decisioni appropriate.

Il fatto che Manuela stia ora rivolgendo la sua storia al pubblico potrebbe portarla a essere esclusa dalla comunità, crede. Ma: se le accuse di Manuela fossero vere, significherebbe che i testimoni di Geova non hanno fatto nulla per proteggerli.

Posizione dei testimoni di Geova sugli abusi

La ricerca controversa mostra che i Testimoni di Geova si occupano da tempo del tema degli abusi. Solo nel regolamento degli anziani, l'argomento comprende un intero capitolo. "I Testimoni di Geova detestano gli abusi sessuali sui minori", dice, tra le altre cose. I membri colpiti sono ora anche liberi di chiedere aiuto alla polizia.

Ma ci sono anche guide disponibili che si rivolgono agli adolescenti e che istruiscono su come prevenire gli abusi sessuali. Lì c'è scritto, tra le altre cose: "Non inviare falsi segnali. Non flirtare e non indossare nulla di provocante, potresti darci l'impressione che stai cercando un'avventura sessuale o almeno non hai nulla contro di essa".

Abuso nel conflitto tra due sistemi

Quindi, le vittime di abusi sessuali all'interno della comunità dei Testimoni di Geova sono anche solo complice? Udo Obermayer è stato per decenni un anziano di una congregazione dei testimoni di Geova. Perché è oggetto di abusi tra i testimoni di Geova, anche se sembra essere un problema, ma allo stesso tempo è apparentemente difficilmente segnalato? Dice che il sistema di credenze ha qualcosa a che fare con questo.

Se credi davvero che Dio distruggerà presto tutte le persone e nessuno sopravvivrà tranne i testimoni di Geova, allora perché andare in un istituto dedicato alla distruzione?

L'ex anziano non ha mai dovuto partecipare a comitati giudiziari. Critica, tuttavia, che i membri non siano sufficientemente formati legalmente o psicologicamente. Nel frattempo, Udo Obermayer si è dimesso dai Testimoni di Geova e ha fondato un'associazione umanitaria per ex Testimoni.

Manuela trae conclusioni

Anche Manuela si è staccata dai testimoni di Geova e ha lasciato la comunità. Un nuovo inizio per lei, come riferisce ai controversi giornalisti.
Per me è stato come se la schiavitù si fosse improvvisamente aperta. Faccio un respiro profondo, mi siedo con la schiena dritta e penso tra me e me: sì, e ora sto sbocciando. Mi sento meglio.

Nel frattempo, a nome del governo federale, la Commissione per l'educazione sugli abusi sessuali sui minori si occupa di casi che coinvolgono i testimoni di Geova. Manuela spera che anche altre persone colpite troveranno il coraggio di cercare aiuto al di fuori del sistema dei Testimoni di Geova.

Traduzione automatica:

https://www.tagesschau.de/investigativ/br-recherche/zeugen-jehovas-101.html

 

PER COMMENTARE QUESTO ARTICOLO SCRIVETE A:

[email protected]

SE PUOI E LO DESIDERI CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI

METTI MI PIACE SULLE NOSTRE PAGINE:

https://www.facebook.com/quovadisaps/

https://www.facebook.com/rocco.politi

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità di SottoSopra!

Nessuna spam garantita. Disiscriviti quando vuoi