E' DEMOCRAZIA, UCCIDERE UNA BIMBA DI 10 MESI? - Quo Vadis aps

Vai ai contenuti
25 settembre 2019
  E' DEMOCRAZIA, UCCIDERE UNA BIMBA DI 10 MESI?

Tutti i media nazionali hanno diffuso oggi, la sconcertante notizia riguardante il solito problema, relativo ai testimoni di Geova e i loro assurdo rifiuto delle trasfusioni di sangue.

Non sono a conoscenza di come si sono susseguiti gli avvenimenti nell'ospedale di Legnano, la cosa che mi rende felice è che la vita SACRA e PREZIOSA di una bimba di soli 10 mesi è stata salvata, da una equipe medica che ha fatto il proprio lavoro, facendo tutto il possibile per non sacrificare la bimba sull’altare di una moderna organizzazione religiosa piena di regole devianti.

Due genitori testimoni di Geova erano disposti a sacrificare la vita di una bimba di 10 mesi, pur di obbedire ciecamente alle regole indotte dalla loro organizzazione religiosa di appartenenza.

Stava per accadere nell’ospedale di Legnano l'ennesimo tragico risultato, di chi ubbidisce ciecamente o è costretto a subire le regole imposte senza poter decidere autonomamente, ma grazie a Dio tutto si è risolto senza problemi per la bimba.

Forse vi starete chiedendo – ma quale genitore lascerebbe morire il proprio figlio?
Se lo saranno chiesto sicuramente anche i medici impegnati a salvare la vita di quella bimba.

In questo caso però i genitori testimoni di Geova erano disposti a far morire la propria piccola creatura, pur di non accettare la trasfusione di sangue.

La nostra mente fa fatica a capire, e non accetta alcuna spiegazione davanti a una cosi disumana reazione.

Nessuno di noi è disposto ad accettare la sconcertante notizia che quei genitori testimoni di Geova erano disposti a far morire la propria figlia pur di rispettare le regole della loro organizzazione.

Ma chiedetevi quei genitori hanno deciso da soli, o c'era qualcuno che li ha seguiti sin dall'inizio e li ha ricordato in maniera perentoria come si dovevano comportare?

Sapete quale sono le conseguenze per chi si trova come loro in una situazione simile e non ubbidisce alla direttiva imposta dai vertici, dai loro capi?

Ma questo ve lo scriverò dettagliatamente in un prossimo post.

Quello che mi sta più a cuore ora, è fare a tutti voi e alle autorità che mi leggete questa domanda:

E' DEMOCRAZIA?

E' democrazia, uccidere una bimba di 10 mesi che non ha chiesto a nessuno di nascere, ma che i genitori testimoni di Geova la volevano uccidere perchè la trasfusione è peccato?

E' democrazia, permettere di uccidere perchè in nome di non si sa quale dio,
non si deve trasfondere per salvare la vita?

E' democrazia, riconoscere i testimoni di Geova nello Stato Democratico?

Oppure siamo difronte a una vera e propria dittatura, del più forte nei confronti del più debole?

L'associazione Quo Vadis a.p.s. da anni è attiva ad aiutare tutti coloro che soffrono prigionieri di organizzazioni religiose alternative devianti, e ha presentato in merito un disegno di legge inerente al plagio.

REDAZIONE QUO VADIS A.P.S.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a quovadis.aps@gmail.com

SOSTIENI QUO VADIS a.p.s.
Come fare?  Vedi sotto  Grazie!
SOSTIENI QUOVADIS
Torna ai contenuti