Cos’è il Sapere Innato? - Quo Vadis aps

Vai ai contenuti
30 maggio 2019

Il Sapere Innato, molto semplicemente, è un sapere che non si apprende, un sapere che è parte di noi.

Molti lo definisco talento, altri intuizione geniale, altri ancora  lo ritengono un sapere che appartiene solo a pochi saggi. Da il segno più tangibile della sua esistenza in noi, fin dai primi istanti del nostro concepimento, quando di certo non avevamo saperi appresi dalla vita o circostanze favorevoli che ci agevolassero e nonostante ciò, ciascuno di noi, è riuscito a vincere la sfida di arrivare prima a quell’ovulo e di conquistare la vita. Nessuno spiegò o insegnò qualcosa a quello spermatozoo per vincere la gara tra 60 milioni di suoi simili, né tanto meno fu favorito da circostanze esterne.

Risultato, atteso e certo
 
Quello che vorrei trasmettere con questo semplice esempio, è che ciascuno di noi, in sé, ha già tutto ciò di cui ha bisogno per realizzare qualsiasi cosa intenda realizzare davvero. Ogni nostro sogno che è in perfetta sintonia con ciò che naturalmente siamo, diventa un risultato, atteso e certo. Siamo portatori di un’eccellenza, figlia di un sapere innato che purtroppo però, già dai primi istanti della nostra vita, viene limitata da tutte le cose che apprendiamo.

In sintesi
 
In definitiva, è quel sapere che ciascuno di noi dovrebbe impegnarsi a ritrovare perché, è davvero l’unico sapere che non possiamo imparare e che nessuno ci potrà insegnare, ma che ci appartiene, è nostro e aspetta solo di essere ascoltato. Come accennavo prima, nessuno te lo può insegnare, perché esso è già parte inscindibile da te, tuttavia, ci sono strategie che ho sviluppato in circa vent’anni di ricerca che possono aiutare chiunque a ritrovare il proprio.

Il primo passo verso il tuo sapere innato!
 
Presta la massima attenzione alle tue emozioni e conoscerai te stesso! Più tempo passerai a provare emozioni improduttive, più ti allontanerai dalla tua naturale eccellenza e più forte sarà il dolore emozionale che proverai. Più tempo trascorrerai provando emozioni positive, più ti avvicinerai alla tua naturale eccellenza.

Piacere e dolore emozionale, costituiscono il linguaggio immediato e diretto che usa il tuo sapere innato per comunicare con te, con il solo scopo di indicarti la strada più funzionale alla tua esistenza. Sii consapevole delle tue emozioni e non avrai difficoltà a trovare la strada dell’eccellenza e ricorda: “La vita che viviamo è un’interpretazione soggettiva della stessa e non la vita stessa”.

Conclusione
 
Spero di aver fatto un po’ di chiarezza, sappi comunque che non è importante come lo chiami – io lo chiamo “sapere innato”- ma che esso esiste dentro di te ed è il tuo potere personale più potente… cercalo, trovalo, usalo e vivrai la vita che meriti di vivere.
 
Articolo di A. Rotondo
Torna ai contenuti